Cine Rassegna PRIMAVERA 2018
   

 

Ingresso € 5,00 - - Abbonamento a 5 film € 15,00

16 Febbraio 2018, ore 21
LA RUOTA DELLE MERAVIGLIE
di Woody Allen

La ruota delle Meraviglie (Wonder Wheel) ha come sfondo la pittoresca Co- ney Island, con la spiaggia, la passerella e le scintillanti attrazioni lungo il litorale. 1950, le vite di quattro personaggi si intrecciano ai piedi della celebre ruota panoramica costruita negli anni venti: quella dell'imbronciata e malinconi- ca Ginny (Kate Winslet), ex attrice emotivamente instabile, ora cameriera presso un modesto ristorante di pesce, di suo marito Humpty (Jim Belushi), rozzo manovratore di giostre, del giovane Mickey (Justin Timberlake), un ba- gnino di bell'aspetto che coltiva aspirazioni da commediografo e della ribel- le Carolina(Juno Temple), la figlia che Humpty non ha visto per molto tempo e che ora è costretta a nascondersi nell'appartamento del padre per sfuggire a un gruppo di spietati gangster che le dà la caccia. Non è proprio delle meraviglie: la ruota che gira, in questo nuovo film di Woody Allen, è quella della vita e del destino, che si ferma raramente su uno spicchio vincente, ma sembra prediligere amarezza e delusione.
 

USA 2017. Colore, 101 min
GENERE: Drammatico
INTERPRETI: Jim Belushi, Juno
Temple, Justin Timberlake,
Kate Winslet
SCENEGGIATURA: Woody Allen
FOTOGRAFIA: Vittorio Storaro
MONTAGGIO: Alisa Leselter
SCENOGRAFIA: Santo Loquasto
COSTUMI: Suzy Benzinger
PRODUZIONE: Letty Aronson,
Erika Aronson, Edward walson
DISTRIBUZIONE: Lucky Red

x

 
 
 
   
 
23 febbraio 2018, ore 21

AMMORE E MALAVITA
di Marco e Antonio Manetti

Due mondi distanti si incontrano nella pellicola partenopea di Marco e Antonio Manetti. Ciro (Giampaolo Morelli) è un temuto killer di Napoli, una delle due "tigri" - accanto a Rosario (Raiz) - al servizio di don Vincenzo (Carlo Buccirosso) detto "o' re do pesce", e dell'astuta moglie donna Maria (Claudia Gerini). La gio- vane infermiera Fatima (Serena Rossi) è una ragazza onesta e sognatrice, finita per sbaglio in una situazione pericolosa. Ciro riceve l'incarico di sbarazzarsi di quella testimone indesiderata che "ha visto troppo", ma le cose non vanno come previsto. I due si trovano faccia a faccia, si riconoscono e riscoprono l'uno nell'altra, l'amore mai dimenticato della loro adolescenza. Inizia così una lotta senza quartiere sullo sfondo degli gli splendidi scenari dei vicoli di Napoli e il mare del golfo. Tra musica e azione, amore e pallottole. Maestri indiscussi dei generi cinematografici, che padroneggiano con disinvoltura pur cambiandone le regole, i Manetti Bros. hanno voluto percorrere con questo film la strada del musical, anche se non hanno abbandonato del tutto l'amato noir, o crime-movie.

 


ITALIA/2017.
Colore, 134 min
GENERE: Drammatico
INTERPRETI : Jasmine Trinca,
Stefano Accorsi, Alessandro Borghi,
Edoardo Pesce, Hanna Schygulla
SCENEGGIATURA: Marco e Antonio
Manetti, Michelangelo La Neve
FOTOGRAFIA: Francesca Amitrano
MONTAGGIO:Federico Maria Maneschi:
MUSICHE: Pivio e Aldo De Scalzi
PRODUZIONE: Carlo Macchitella,
Antonio e Marco Manetti
DISTRIBUZIONE: 01 Distribution


 

   
 
2 marzo 2018, ore 21
VITTORIA E ABDUL
di Stephen Frears

Vittoria e Abdul è ispirato alla storia vera dell'improbabile amicizia tra il commes- so indiano Abdul e la regina Vittoria, durante gli ultimi anni del suo regno. Abdul Karim (Ali Fazal) ha solo 24 anni quando sbarca in Inghilterra per servire a tavola durante il Giubileo d'oro della Regina (Judi Dench). Lo sguardo curioso e l'animo incline alla ribellione del ragazzo fanno breccia nel cuore dell'anziana monarca, stanca di protocolli e rituali di corte e di notizie funeste dalle colonie britanniche. Affascinata dai racconti esotici e spensierati di Abdul, la Regina comincia a preferi- re la compagnia del domestico alla cerchia di barbosi e petulanti consiglieri reali. Tanto che il giovane e inesperto commesso si ritrova d'un tratto assistente perso- nale dell'imperatrice d'India in persona. E l'anno dopo addirittura insegnante, inca- ricato di istruirla sulle questioni indiane. Ma la relazione sempre più intensa e con- troversa tra i due scatena una rivolta ai vertici della casa reale, che neanche la dispotica Vittoria, ormai alla soglia degli 82 anni, riuscirà a sedare tanto facilmente.
 

GB/USA 2017
Colore, 112 min.
GENERE: biografico/commedia
INTERPRETI: Judi Dench, Ali Fazal,
Eddie Izzard, Michael Gambon,
Olivia Williams, Tim Pigott-Smith,
Charlotte Gainsbourg, Josh Charles
SOGGETTO: Sharabani Basu
SCENEGGIATURA: Lee Hall
MONTAGGIO: Melanie Olive
COSTUMI: Consolata Boyle
PRODUZIONE: Tim Bevan,
Eric Fellner, Beeban Kidron
DISTRIBUZIONE: Universal
 

 

9 marzo 2018, ore 21
BORG/McENROE
di Janus Metz

Il film porta sullo schermo la leggendaria rivalità tra due dei migliori tennisti della storia, finiti ai lati opposti dello stesso campo per 14 volte in quattro anni (tra il 1978 e il 1981). La calma glaciale del tennista Björn Borg (Sverrir Gudnason) con- tro il temperamento impetuoso dell'avversario John McEnroe (Shia Labeouf); i movimenti rigidi e calibrati del giocatore svedese contro il gioco nervoso e dinami- co dello statunitense, preda di frequenti attacchi d'ira ai danni degli spettatori e dell'arbitro di turno. La contrapposizione tra i due atleti non si esaurisce sul campo da tennis: le personalità opposte, gli stili diversi e l'imprevedibilità dei risultati ren- dono il confronto ancora più serrato e avvincente, proiettando i due campioni tra le stelle del firmamento sportivo. Fino alla finale di Wimbledon del 1980, considerata una delle partite più belle della storia del tennis. Non si tratta solo della questione personale di confronto tra due campioni straordinari, diversissimi e inimitabili, nella storia del tennis, ma dello sport in generale.
                                                                                                                                                     

 
SVEZIA/DANIMARCA 2017
Colore, 107 min.
GENERE: Biografico/sportivo
INTERPRETI:Sverrir Gudnason, Shia Labeouf,
Stellan Skarsgӑrd, Tuva Novotny,
wke, John Goodman, Rutger Hauer,
Leo Borg
SCENEGGIATURA: Ronnie Sandahi
FOTOGRAFIA: Niels Thastum
MONTAGGIO: Per K. Kiergaard,
Per Sandholt
MUSICA: Vladislav Delay, Jon Ekstrond
PRODUZIONE: Jon Nohrstedt,
Fredrik Wikström
DISTRIBUZIONE: Lucky Red

 

 


16 marzo 2018, ore 21

IL PREMIO
di Alessandro Gassmann

Il terrore dell'aereo e la prospettiva di un volo cadenzato da scossoni e turbolenze, convincono Giovanni Passamonte (Gigi Proietti) incensato scrittore di fama interna- zionale, a intraprendere un lungo viaggio in auto fino in Svezia. Destinazione: Stoc- colma, Sala dei concerti, per la cerimonia di consegna dei premi Nobel. Insignito dell'ambito Premio per la letteratura, Passamonte convince il fidato assistente Ri- naldo (Rocco Papaleo) a raggiungere la penisola scandinava prendendo l'autostra- da. I due si ritrovano inaspettatamente a condividere l'abitacolo con i figli del vec- chio scrittore, entrambi in cerca di una svolta: Oreste (Alessandro Gassmann) ex olimpionico e proprietario di una palestra in fallimento, e Lucrezia (Anna Foglietta) blogger nevrotica e inconcludente. Ogni tappa del viaggio diventa pretesto per guardare ad antiche dinamiche familiari, mettere in discussione le proprie certezze e conoscersi veramente. Questo è il secondo di film di Alessandro Gassman, storia convincente, ottimo cast di attori nel quale si intravede l’ombra del grande Vittorio, padre e uomo di cinema indimenticabile.

 


ITALIA/DANIMARCA 2017
Colore, 110 min.
GENERE: commedia
INTERPRETI: Gigi Proietti, Alessandro
Gassman, Anna Foglietta,
Rocco Papaleo, Matilda De Angelis
SCENEGGIATURA: Massimiliano Bruno,
Valter Lupo, Alessandro Gassmann
FOTOGRAFIA: Federico Schlatter
MONTAGGIO: Consuelo Catucci
SCENOGRAFIA: Sonia Peng
COSTUMI: Mariano Tufano PRODUZIONE: Fulvio e Federica Lucisano
DISTRIBUZIONE: Vision Distribution